Ottica Cosentino, occhiali da vista, occhiali da sole, lenti a contatto, Quartu Sant'Elena - Home Page
Photo
Instagram
Photo
Photo
Twitter
Photo
Facebook fan page
Photo
Photo
Photo
Home
Photo
Novità
Photo
Convenzioni
Photo
Offerte speciali
Photo
Test della vista
Photo
Tour virtuale
Photo
Contatti
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Il negozio
Photo
Photo
Photo
Photo
Storia
Photo
Photo
Dove siamo
Photo
Photo
Photo
Prodotti
Photo
Photo
Photo
Photo
Lenti a contatto
Photo
Photo
Lenti oftalmiche
Photo
Photo
Montature da vista
Photo
Photo
Occhiali da sole
Photo
Photo
Photo
Servizi
Photo
Photo
Photo
Photo
Appuntamenti 7 giorni su 7
Photo
Photo
Assistenza occhiale
Photo
Photo
Controllo dell'efficienza visiva
Photo
Photo
Ricambio programmato delle lenti a contatto
Photo
Photo
Servizi a domicilio
Photo
Photo
Photo
Uno sguardo su
Photo
Photo
Photo
Photo
Cosa contraddistingue un buon paio di occhiali?
Photo
Photo
EyeLT by Rodenstock la tecnologia del futuro
Photo
Photo
Le lenti polarizzate
Photo
Photo
Lenti intelligenti ColorMatic IQ® 2 - le fotocromatiche by Rodenstock
Photo
Photo
Occhiali per Pc
Photo
Photo
Occhiali su misura con Impressionist 3 by Rodenstock
Photo
Photo
Rodenstock Road, le lenti per una guida sicura
Photo
Photo
Photo
Consulenza gratuita
Photo
Photo
Photo
Photo
Problemi visivi
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
EyeLT by Rodenstock la tecnologia del futuro
Photo

Le EyeLT di Rodenstock
L’avvento e la messa a punto dei sistemi di produzione “free form” ha consentito e consentirà ancora la realizzazione di lenti, soprattutto nel campo multifocale, sempre più raffinate e aderenti alle reali esigenze di funzionamento.

Un esempio significativo di queste filosofie possiamo vederlo nel progetto Rodenstock, nella serie di lenti progressive EyeLT, immesse da poco sul mercato e che subiranno nel prossimo futuro una serie di interessanti sviluppi. La teoria di fondo di queste lenti è legata alle modificazioni che il cristallino subisce durante il processo accomodativo. In particolare le sue curvature, principalmente quella della prima superficie, subiscono un incremento di valore, in modo non regolare, potremmo dire asimmetrico; si verifica, infatti, una lieve variazione di posizione e una microrotazione della lente. Inoltre, nel periodo della presbiopia anche “l’indurimento” della lente cristallino avviene in modo asimmetrico. Tutti questi fattori portano alla valutazione di un valore di astigmatismo lievemente differente fra lontano e vicino, sia come entità sia come valore dell’asse. Se ci dedicassimo a una refrazione differenziata fra lontano e vicino scopriremmo che molto spesso i valori di astigmatismo rilevati sono lievemente differenti. Possiamo anche dire che queste differenze sono legate al grado di accomodazione che viene esercitata e quindi alla presbiopia del soggetto. Avremo pertanto che lenti multifocali che mantengono invariato su tutta l’area il valore di tale astigmatismo possono penalizzare una corretta e puntuale visione da vicino. Siamo ormai in un campo di alta raffinatezza, reso possibile da una lavorazione punto a punto che ci consente di modificare ogni zona della lente in funzione del progetto da realizzare.

Fonte www.b2eyes.com
 


Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo
Photo